RSS Feed

Category Archives: Precari di tutto il mondo, unitevi

Quando fuori √® mattina presto

[Avvertenza: non mi sono dimenticata, eh… Alla fine del post, l’estrazione del vincitore del mio giveaway ūüôā Grazie a tutti per aver partecipato!]

E’ passato un mese dal mio ultimo post. In questi trenta giorni, sono stata urgentemente – nel senso di: “Ciao! Il tuo contratto √® pronto, inizi domani” –¬†richiamata in servizio nel dorato mondo della TWU’. Cambiata la mia condizione lavorativa (anche se rimango sempre un’allegra precaria), sono cambiate anche le mie mansioni. Adesso mi occupo di attualit√†: telegiornali, giornali radio e… il notiziario del mattino. Che va in onda alle 07:30, e per preparare il quale devo essere in redazione alle 05:30. Sveglia: un’ora e mezza prima, perch√© mi piace fare le cose con calma. Per l’appunto, quando fuori √® mattina presto. O notte tardi, a seconda dei punti di vista. (Per chi mi ha detto: “Vabb√® dai, tanto poi ci fai l’abitudine¬†a svegliarti alle quattro.” Eh no. Perch√© sono turnista, e¬† miei¬†orari di lavoro¬†cambiano di settimana in settimana, e pure all’interno della stessa settimana, quindi.. NO.) Il primo giorno di questo turno da allodola, la radiosveglia era sintonizzata su questa canzone.

“Tutto quanto mi sembra giusto/ quando fuori √® mattina presto/ ogni via ha ancora un suo colore/ per farle tutte uguali basteranno due ore/ ed io mi guardo in giro/ e nella piazza soltanto cielo….”¬†¬†– Gianni Togni, Semplice Read the rest of this entry

Sulla punta dei piedi

Visto che molte amiche sono appena diventate (o stanno per diventare) mamme, e il mio istinto materno √®¬†ipertrofico da pi√Ļ di tre lustri, oggi parliamo di bambini. Io ho una predilezione particolare per i bambini. Mi piacciono, e io piaccio a loro, di solito.¬†Alcuni dei¬†LavoriPrecari che ho fatto con¬†maggiore soddisfazione, negli anni,¬†hanno avuto¬†a che fare con queste persone molto basse: la babysitter, l’animatrice dei Centri Estivi, l’Educatrice Teatrale nelle scuole. Mi piacciono i bambini per molti motivi. Ad esempio, perch√© sono francamente esilaranti.

  Read the rest of this entry

Cinquantotto

Per ragioni a me ignote, si è diffusa questa credenza secondo la quale affiggere ad una parete un foglio con sopra riportato il magico numero terrebbe lontane mosche e zanzare.

Secondo il principio “io non ci credo, per√≤ non si sa mai, quindi nel dubbio¬†intanto lo faccio”, una collega ha attaccato un Cinquantotto rozzamente disegnato¬†su un bel cartoncino A4¬†bene in vista nel suo ufficio. Perch√® mosche e zanzare non se ne vedono molte da queste parti,¬†in compenso¬†rompiballe come se piovesse. Read the rest of this entry

…e poi c’√® chi lavora.

C’√®¬†chi… passa le ore al telefono istruendo passo passo giovani inesperti cuochi¬†sulla modalit√† di cottura degli spaghetti e di scongelamento del pesto in freezer.

C’√®¬†chi… arriva in ufficio, esce dopo mezz’ora per una commissione lavorativa urgente e rientra con i capelli di un altro colore.

C’√® chi… durante l’orario di lavoro usa¬†l’ultimo modello in¬†dotazione al¬†parco auto aziendale,¬†che poi vedi parcheggiato per due ore fuori dalla palestra pi√Ļ “in” della citt√†.

C’√® chi… un caff√® dura¬†venti minuti. Se in terrazza c’√® il sole, anche tre quarti d’ora. La vitamina D fa bene. Read the rest of this entry

Parafrasando il Poeta

Ottobre, andiamo. E’ tempo di migrare.

[ Mi perdoner√† il Divino Vate se ho preso in prestito una delle poesie che pi√Ļ ho amato nei miei anni da studentessa. Ho sempre avuto un’ammirazione¬†feroce per Gabriele D’Annunzio, anche perch√®, sia come uomo che come poeta, non √®¬†tipo da¬†suscitare sentimenti tiepidi. O si ama, o si odia. Io lo amo. Per farvi capire il personaggio, il suo studio al Vittoriale, l’Officina, √® stato costruito in modo che chiunque voglia entrare sia costretto ad abbassarsi per attraversare la porta, alta poco pi√Ļ di un metro e mezzo. “Inchinatevi all’Arte”, era la spiegazione. Secondo me, geniale. Comunque la pensiate su di lui, se non siete mai stati al Vittoriale degli Italiani, vi consiglio caldamente una visita: √® meraviglioso. ] Read the rest of this entry

Avanti un altro!

Cari tutti, in queste settimane di latitanza blogghesca alla qui presente Miparevastrano Lost in London sono accaduti alcuni¬†avvenimenti degni di nota. Il primo: lo scintillante inizio di questo piovoso e freddo mese di Settembre mi ha visto festeggiare il compleanno con i miei MuseoColleghi e qualche altro amico¬†in perfetto British Style: al pub. Se qualcuno di voi si fosse avventurato, lo scorso giovedi, nelle vicinanze di South Kensington, girovagando per i pub¬†a pomeriggio inoltrato, avrebbe¬†notato una combriccola di quindici persone, chiacchiere e sorrisi e “Say it again..? Can’t hear you!! Music’s too loud!” “What?! Thirty?!? You look younger, my word!”, e poi¬†calici di vino e boccali di birra (offerti dagli amici) e chips affogate nel ketchup – che io ODIO, ma qui la maionese non √® buona. Davvero. –¬†e taglieri di gommosa pizza da dividere (offerti dalla festeggiata). Read the rest of this entry

Do it properly, Darling

Vorrei fare un piccolo aggiustamento al titolo del mio precedente post. Credo che sarebbe pi√Ļ appropriato “Niente notti al Museo… ma nemmeno da nessun’altra parte“. Come infatti i pi√Ļ vispi di voi avranno notato, sono ben due settimane che non aggiorno il blog (coro di “esticazzi” in sottofondo… anche se fate i duri io lo so che vi sono mancata, eh, dite la verit√†).

Questo increscioso evento è dovuto a due fattori:

1. Sono una blogger un po’ improvvisata. Non sono una di quelle serie e brave che hanno la scorta di post e la lavagna di WordPress che pullula di Bozze. Scrivo sull’onda dell’emozione del momento, quando mi capita qualcosa che ho voglia di raccontare.

2. Da quando lavoro al Museo, torno a La Topaia talmente distrutta che spesso ho giusto il tempo di fiondarmi sotto la doccia, aspettare quei venti minuti per tovare una temperatura che non sia -15¬į o +45¬į, infilarmi il mio¬† supersexy pigiamino¬†felpato (d’Agosto. Si. Welcome in London) e svenire fino al mattino successivo.

Read the rest of this entry

%d bloggers like this: